Chi siamo Forum SPESSO IL MALE DI VIVERE HO INCONTRATO Il pianto della scavatrice II (Pasolini)

Stai visualizzando 1 post (di 1 totali)
  • Autore
    Post
  • #843
    Valeria GiacomelloValeria Giacomello
    Amministratore del forum

    Povero come un gatto del Colosseo,
    vivevo in una borgata tutta calce
    e polverone, lontano dalla città

    e dalla campagna, stretto ogni giorno
    in un autobus rantolante:
    e ogni andata, ogni ritorno

    era un calvario di sudore e di ansie.
    Lunghe camminate in una calda caligine,
    lunghi crepuscoli davanti alle carte

    ammucchiate sul tavolo, tra strade di fango,
    muriccioli, casette bagnate di calce
    e senza infissi, con tende per porte…

    Passano l’olivaio, lo straccivendolo,
    venendo da qualche altra borgata,
    con l’impolverata merce che pareva
    frutto di furto, e una faccia crudele
    di giovani invecchiati tra i vizi
    di chi ha una madre dura e affamata.

    Pier Paolo Pasolini

Stai visualizzando 1 post (di 1 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.