Chi siamo Forum L’ALTRA META’ DEL CIELO L’altra metà del Cielo

  • Questo topic ha 0 risposte, 1 partecipante ed è stato aggiornato l'ultima volta 7 mesi fa da OldgamineOldgamine.
Stai visualizzando 1 post (di 1 totali)
  • Autore
    Post
  • #1384
    OldgamineOldgamine
    Moderatore

    Dall’altoparlante della mia piccola radio antelucana, che mi stava offrendo un gradevole sottofondo musicale, giunge improvvisamente notizia di una strage avvenuta oggi in Italia: quattro donne assassinate per mano di uomini. Trattengo il respiro: l’informazione ha il potere di piantarsi al centro del mio petto diffondendo il dolore anche nella stanza.

    Soltanto un’ora fa, dopo aver attentamente riletto la frase della Genesi: “maschio e femmina li creò”, tenevo le dita sopra i tasti del computer – il cui veloce digitare sempre mi ricorda il beccheggio e il cinguettio di uccellini! -, intenta a scrivere un breve racconto sulla figura di Lilith, la prima vera donna, che opportunamente venne sostituita da un’immagine femminile mistificata di nome Eva.

    Poi, per svolgere il testo mi affidavo a penna e foglio sul quale prendere appunti mentre compulsavo antologie, libri raccolte varie della mia libreria, alla ricerca di ulteriori informazioni storiche delle quali mantenevo infantile memoria. Lilith, di cui pochi sanno, dalla notte dei tempi relegata al ruolo di strega e demonizzata al punto da essere chiamata “la madre dei demoni”, non ebbe voce alcuna nella Storia che ci riguarda.

    Depongo la penna sul foglio pasticciato di parole, prendo il volto tra le mani e, sconsolata, lascio fluire le lacrime: non le trattengo e per oggi più non scriverò; l’’incantesimo dell’Ispirazione giace in silenzio. Mi spiace molto; ero entusiasta all’idea di presentare un contributo in occasione del “Reading” organizzato in vista della Festa della Donna.

    Ma la mia anima, davanti a questi delitti efferati, rimane attanagliata da un gelo che congela anche gli aggettivi che vorrei trovare per condannare la violenza espressa da taluni “uomini-lupo”, sebbene, ad onor del vero, evidenzio che purtroppo ancora tante donne – come vivessero la vita con sorti già decise – si lasciano usare ed abusare della femminilità, sottrarre la dignità, andando incontro ad un destino infernale, spesso letale.

    Gli esseri feroci, capaci di azzannare le donne con spaventosa furia, ostentata arroganza e sprezzante odio, in primis sopprimono l’essenza della loro stessa madre: non conoscono l’amore felice – e possono asserire che l’amore felice non esiste – motivo per cui ritengono che anche le donne debbano esserne private.
    I maschi forse ci odiano, ci invidiamo, ci temono per il meraviglioso potere divino che ci è stato conferito? E’ proprio quel dono esclusivo di essere le sole “portatrici di nuova vita” che non consente loro di considerarci “La prima metà del Cielo”?

    31.01.2020

Stai visualizzando 1 post (di 1 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.